Fattura elettronica semplice

January 15, 2019

The Future of E-Business

Ermanno Faccio

15 gennaio 2019

 

 

La Fattura elettronica

Come e perché dotarsene

 

 

La fattura elettronica, è il nuovo plot fiscale del 2019.

Il processo digitale che genera e gestisce le fatture elettroniche nel corso dell’intero ciclo della loro vita, ovvero dalla creazione, all’invio/ricezione, fino alla conservazione digitale decennale obbligatoria avviene tramite interscambio di file fattura in formato XML da inviare al Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate detto in acronimo SDI entro cui avviene il transito delle fatture dall'emittente  verso il ricevente e verso il cloud di conservazione a norma. Ogni operatore deve essere in grado quindi di poter inviare le fatture in formato xml, ma anche di riceverle i tale formato e di convertirle in formato leggibile tramite un software di conversione, che permetta la visualizzazione, la stampa ma anche l’archiviazione e la conservazione digitale presso un supporto proprietario o cloud. 
Vengono coinvolti nella fattura elettronica sia il ciclo attivo che il ciclo passivo: per cui occorrerà comunicare sia a clienti che a fornitori quale sia il proprio codice univoco usato nel SDI, per poter continuare a processare correttamente sia le e-fatture attive in uscita che le e-fatture passive in arrivo. 
Nel caso in cui l’obbligo non venga osservato, da parte degli utenti obbligati, da Gennaio 2019 é prevista una sanzione amministrativa compresa tra il 90% e il 180% dell’imposta inerente all’imponibile che non sia stato documentato nella maniera corretta o che non sia stato registrato nel corso dell’esercizio di riferimento. 
Attenzione: un documento emesso in formato cartaceo verrà considerato fiscalmente come “non emesso”. 
Al fine di regolarizzare la propria organizzazione aziendale, associativa o pubblica, un ruolo fondamentale nell’interazione con lo SDI è ricoperto dagli “intermediari” ovvero fornitori di servizi in grado di gestire appunto l’intero ciclo di fatturazione elettronica. 
L’adeguamento a tale procedimento non deve però essere vissuto come un mero adempimento normativo, ma come una concreta opportunità per ogni organizzazione di migliorare il proprio business sotto diversi aspetti. 
Sono inoltre previste per i soggetti titolari di partita IVA che adotteranno la fatturazione elettronica diverse agevolazioni a livello di riduzione degli adempimenti fiscali.

Risparmi, vantaggi e benefici della e-Fattura

L’obbligo di fatturazione elettronica tra privati è imposto dalla legge, ma dato il contesto attuale nel quale le tecnologie digitali evolvono continuamente e velocemente, questa svolta epocale non dovrebbe essere vissuta come un problema, ma come una reale e vantaggiosa opportunità alla quale “convertirsi” quanto prima. 
In effetti la fatturazione è una parte del ciclo dell’ordine ovvero un processo molto più ampio. Essa potrebbe essere utilizzata quale leva per digitalizzare i diversi processi della propria organizzazione e rendere strutturate le relazioni con clienti e fornitori, eliminando le attività manuali di inserimento dati nel gestionale e favorendo una corretta ed immediata riconciliazione tra documenti. Meno errori e maggiore tempo da dedicare ad altre attività amministrative quindi. 
Rendere moderna ed agile l’infrastruttura dell’azienda, migliorando i tempi di risposta, rinnovando l’immagine aziendale dal punto di vista organizzativo e di ecosostenibilità sono alcune delle positive conseguenze che influenzeranno in modo positivo  l’immagine dell’azienda o del libero professionista che passerà alla e-Fattura. 
Il passaggio dal cartaceo al digitale potrebbe spaventare, ma l’investimento verso il quale ci si affaccia porterà nel breve periodo a maggiori risparmi, benefici e vantaggi rispetto alle minime difficoltà riscontrabili in fase di transizione, soprattutto se supportati dalla soluzione corretta per gestirla. 
L’intero flusso documentale, quindi, deve essere trattato e trasmesso esclusivamente in formato digitale ed elaborabile dai sistemi aziendali. Ogni imprenditore quindi, ê chiamato ad attuare una vera e propria revisione di ottimizzazione dei processi interni in prospettiva dell’inserimento del nuovo servizio di fatturazione elettronica e conservazione digitale: solo procedendo ad questa piccola innovazione organizzativa richiesta per la gestione interna, infatti, egli  potrà assicurarne la corretta integrazione al proprio sistema gestionale. La fattura elettronica può infatti essere considerata come una innovazione propedeutica verso una vera e propria adozione del ciclo dell’ordine. 
Inoltre, il livello di sicurezza e business continuity, l’efficienza di gestione ed infine il miglioramento del brand sono altri degli aspetti comprovati inerenti la dismissione totale del formato cartaceo. 
Nella pratica, quindi, occorre dotarsi di una soluzione informatica che permetta di creare ed inviare la fattura oltre che di riceverla e conservarla. Un servizio integrato, on site o Cloud, per gestire oltre che la normale corrispondenza anche le fatture attive e passive è ciò che occorre quindi, per poter percepire grandi benefici sia negli scambi economici in genere che in quelli commerciali. 
Gestire la fatturazione potendo creare, inviare, ricevere e conservare digitalmente le fatture elettroniche, riduce innanzitutto i costi generali perché ottimizza le procedure permettendo innanzitutto recupero di spazio in precedenza utilizzato i faldoni cartacei oltre che del personale e del tempo dedicato alla gestione e ricerca dei documenti. Ciò diminuisce, quindi, il rischio di data breach e, di conseguenza, l’importo dei costi di controllo. 
La razionalizzazione delle risorse interne, è sicuramente uno dei risultati più importanti di tale investimento. 
In ottica gestionale, il più importante aspetto della F.E. è rappresentato dalla sua efficacia gestionale.
Verrà così meglio implementata la gestione del processo del business grazie alla rapida accessiniltà ai dati e alla loro condivisibilità istantanea: un servizio di fatturazione elettronica in grado di rendere migliore il controllo sul flusso documentale, e che ne permetta l’analisi, aumenterà la velocità e la sicurezza dei processi. 
L’imprenditore che potrà confrontare agevolmente i propri cicli attivi e passivi digitali, potrà inoltre far nascere nuove e proficue dinamiche relazionali digitali tra le imprese partner e tale opportunità potrebbe aprire nuovi e convenienti scenari alle organizzazioni. 
Come era auspicabile che fosse, per incentivare questa evoluzione tecnologica, conveniente per tutti, sono state  previste diverse agevolazioni.
Per tutti gli operatori economici che utilizzano la e-Fattura e che trasmettono i dati dei corrispettivi sarà prevista una diminuzione degli adempimenti fiscali. Inoltre, rimborso IVA in via prioritaria, riduzione da 4 a 5 anni dei termini di accertamento sia in materia di IVA che in materia di imposte dirette purché sia garantita la tracciabilità dei pagamenti ricevuti ed effettuati per importi superiori a 3.000€.

Conclusioni

Dovendo per legge adeguare il proprio business all’obbligo normativo del 1 Gennaio 2019, ogni azienda dovrebbe “fare di necessità virtù” e scegliere quanto prima di dotarsi di un servizio di fatturazione elettronica che gestisca l’intero ciclo produttivo.
La fatturazione elettronica è un punto di partenza verso la completa digitalizzazione dei processi che costituisce il punto di arrivo auspicabile per qualsiasi organizzazione che voglia rimanere competitiva nel proprio ambito di riferimento. La morte del cartaceo è una evidente necessità per il processo di efficientemente commerciale comunitario. La e-Fattura deve quindi considerarsi un passaggio migliorativo necessario da adottare da ogni azienda per crescere e migliorarsi.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

BIG 3: semplicità e compattezza nel tuo negozio

April 11, 2018

1/3
Please reload

Post recenti